Home Articoli Carlon: da imprenditore a mecenate

Carlon: da imprenditore a mecenate

Pubblicità
“Autospurgo

Luigi Carlon imprenditore veronese, fondatore dell’industria chimica Index, ha fatto un grande regalo alla città che resterà nel tempo e arricchisce il patrimonio artistico veronese. Palazzo Maffei, da lui comprato anni fa, ha aperto un super museo che contiene opere d’arte di grande valore. E’ composto da 350 opere tra cui 200 dipinti che attraversano cinque secoli, tutto nello scenografico palazzo che si affaccia su Piazza Erbe, nel cuore della città. Luigi Carlon è sempre stato un grande collezionista di opere d’arte acquistate in mezzo mondo, sia contemporanee che antiche. Lui ha mescolato il tutto in un provocatorio museo che per Verona è un regalo che verrà apprezzato da molte generazioni. Un Carlon non più imprenditore ma mecenate che ha voluto lasciare un segno indelebile sulla città. Ciò che più colpisce è che la mescolanza dei lavori, nelle varie stanze, affascina anche chi non ha una particolare preparazione artistica e quindi provoca contrastanti emozioni nel visitatore. La città non può che dirgli grazie anche a nome dei figli e dei prossimi nascituri.

Nella foto Luigi Carlon con la moglie Cristina e le figlie Vanessa e Veronica


Questo articolo può interessare ad altri? Condividilo subito!

Mattino di Verona è il nuovo quotidiano di Verona: notizie di cronaca, news, gossip, politica ed economia