Home Articoli Arriva il “buono scuola”

Arriva il “buono scuola”

Pubblicità
“Autospurgo

C’è tempo fino a mezzogiorno, di mercoledì 8 aprile per presentare domanda di concessione del contributo regionale “Buono Scuola”, per l’anno scolastico 2019/2020. Il fondo è istituito per la copertura parziale delle spese di iscrizione e frequenza e, nel caso di studenti disabili, per l’attività didattica di sostegno. Importante: la domanda può essere fatta esclusivamente on line.

Possono chiedere il “Buono Scuola” le famiglie che hanno un ISEE 2020 inferiore o uguale a 40 mila euro, in caso di studenti normodotati, e fino a 60 mila euro in caso di studenti disabili.

Lo studente deve avere residenza nel territorio della Regione Veneto ed essere iscritto e frequentare scuole primarie, secondarie di I e II grado statali, paritarie e non paritarie (incluse nell’Albo regionale delle “Scuole non paritarie”). Può essere iscritto e frequentare anche Istituzioni formative accreditate dalla Regione Veneto, che svolgono corsi triennali o quadriennali di istruzione e formazione professionale.

Le domande dovranno essere compilate esclusivamente via web, entrando nella pagina http://www.regione.veneto.it/istruzione/buonoscuolaweb, entro l’8 aprile (ore 12 termine perentorio). Sempre entro lo stesso termine, le domande vanno fatte pervenire alle Istituzioni scolastiche e formative di frequenza.


Questo articolo può interessare ad altri? Condividilo subito!

Redazione
Mattino di Verona è il nuovo quotidiano di Verona: notizie di cronaca, news, gossip, politica ed economia