Home Articoli Agsm. Croce non molla la presa

Agsm. Croce non molla la presa

Pubblicità
“Autospurgo

Il leader di Prima Verona Michele Croce non demorde e continua al lottare per la salvezza di Agsm, tesoro di Verona e dei veronesi da 120 anni. In un post sulla sua pagina Facebook scrive: “Stiamo facendo e faremo di tutto per salvare Agsm conto chi opera nell’ombra“.

Il messaggio di Croce è chiaro e solidale: “Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, cioè da oltre un mese, abbiamo deciso di mantenere un atteggiamento orientato alla unità e solidarietà. Senza mai polemizzare, abbiamo proposto misure utili come la sospensione del pagamento delle bollette di gas ed elettricità per venire incontro alle difficoltà delle famiglie e delle partite iva veronesi. Non possiamo però accettare che questo difficile periodo venga sfruttato per fare loschi affari sulla pelle dei veronesi, facendo passare sotto traccia operazioni che spoglierebbero Verona e il suo territorio di asset fondamentali come Agsm. Voglio essere chiaro: Agsm non dovrà essere svenduta ai milanesi. E’ capitale di Verona, da 120 anni, e continuerà ad esserlo. E’ azienda sana, in continua crescita, e non ha bisogno di essere salvata attraverso una svendita. E’ uno dei motori economici del nostro territorio, e dovrà esserlo sempre di più specie nel prossimo futuro. E’ azienda che deve tornare ad ascoltare i suoi soci, che sono anche i suoi principali clienti, ovvero i cittadini di Verona, sospendendo immediatamente le bollette. Stiamo facendo e faremo di tutto per salvare Agsm Verona contro chi opera nell’ombra per oscuri interessi politici o personali. Avete la mia parola”.


Questo articolo può interessare ad altri? Condividilo subito!

Mattino di Verona è il nuovo quotidiano di Verona: notizie di cronaca, news, gossip, politica ed economia