Home Articoli Caos punto tamponi Zai. Tosi e Bozza: “Noi creiamo i contatti e...

Caos punto tamponi Zai. Tosi e Bozza: “Noi creiamo i contatti e Sboarina non li fa funzionare”

Pubblicità
Pubblicità

“Autospurgo

Tosi: “Il punto tamponi in Zai? Sboarina lo aveva annunciato per questo venerdì, ma è stato fermato subito e prima di lunedì nessun servizio. Verona Nord intasata, con camion in attesa da ore. I contatti li abbiamo creati noi, il Sindaco non è stato nemmeno capace di raccogliere il lavoro di altri”.

Bozza: “Situazione grottesca, brutta figura di Verona, crocevia logistico europeo”.

“Nemmeno un punto tamponi Sboarina sa organizzare e far partire – dichiara l’ex sindaco Flavio Tosi -. Basta vedere cosa sta succedendo al Quadrante Europa, sul piazzale di Verona Mercato. Il mio gruppo politico ha trovato i contatti a inizio settimana, la Fai poi è stata puntuale ed efficace nell’organizzarsi. Così Sboarina aveva già il lavoro fatto e doveva solo ottenere l’autorizzazione dal Prefetto e trovare con il Consorzio Zai il punto logistico. Con sopravvalutazione delle sue capacità il Sindaco ha annunciato che il punto tamponi sarebbe partito venerdì e invece è stato bloccato immediatamente e prima di lunedì è certo che non ci sarà”.

“Risultato? – prosegue Tosi – Da decine di ore c’è una lunga fila di camion e tir in estenuante attesa, con gli autotrasportatori che vengono fatti uscire a Verona Nord dalla Polizia Stradale, salvo poi arrivare al Quadrante e non trovare nulla. Questo ha un costo di stress per gli stessi autotrasportatori ed economico per le ditte; ma c’è anche un carico di traffico e intasamento che si crea tra Verona Nord e Quadrante per l’inettitudine ed inefficienza di Sboarina. Un disastro e un caos assurdo”.

Il Consigliere regionale Alberto Bozza dice: “È surreale, grottesca la situazione di queste ore tra Verona Nord e il Quadrante Europa. È mai possibile che una città strategica come Verona, crocevia logistico per l’Europa, debba fare queste figure? il tavolo era apparecchiato: Croce Europa contattata da noi, Fai che poi si è mossa e ha concordato con il Consorzio Zai di attivare il punto tamponi sul piazzale di Verona Mercato. Ciononostante siamo alle solite, il Sindaco arriva sempre in ritardo, aveva solamente da agevolare il lavoro di altri, ma non ci è riuscito. Noi come al solito siamo stati collaborativi per il bene della città e comprendendo la delicatezza della situazione ci siamo messi a disposizione”. 


Questo articolo può interessare ad altri? Condividilo subito!

Redazione
Mattino di Verona è il nuovo quotidiano di Verona: notizie di cronaca, news, gossip, politica ed economia