Home Articoli_all Il Governo mette in difficoltà le Amministrazioni locali

Il Governo mette in difficoltà le Amministrazioni locali

Pubblicità
“Autospurgo

Il Governo senza saperlo crea delle difficoltà alle Amministrazioni comunali. Con la proroga del Bilancio Comunale dal 30 aprile a fine maggio mette in crisi la nostra Verona che deve, da Palazzo Barbieri, sottoscrivere a bilancio approvato, l’aumento di capitale di Fiera e aeroporto Catullo. Le due Spa ne hanno un’estrema e immediata urgenza. Non possono aspettare altri mesi.

Tutto sarà sistemato entro il 30 maggio ma il termine non è così vicino come tutti si aspettavano. Ecco allora un’altra grana per il martoriato Palazzo Barbieri.

Il sindaco Federico Sboarina sostiene che si tratta di un “bilancio di guerra” impostato tra mille difficoltà e sottolineando che bisogna prendere ciò che c’è da prendere senza andare tanto per il sottile.

Secondo il Partito Democratico è un’affermazione “sgradevole e opportunistica” perché l’Amministrazione da lui guidata ha fatto molto poco per sostenere la città e i cittadini in questa fase difficile caratterizzata dalla crisi sanitaria ed economica. Sempre secondo il Pd poi, per quanto riguarda Veronafiere, Catullo e Fondazione Arena, devono essere sostenuti ma non a “babbo morto”. Il management, secondo la sinistra veronese, deve rispondere al proprio operato documentando numeri e costi.

Con cattiveria poi il Pd sostiene: “Se siamo in guerra Sboarina e la sua maggioranza, sia quella che siede in consiglio comunale che quella che siede nelle aziende partecipate, non la stanno combattendo. Invece devono essere in prima fila, non possono dire alla città armatevi e partite”.


Questo articolo può interessare ad altri? Condividilo subito!