Home Articoli Al Chiostro di Sant’Eufemia e Corte Molon torna “Teatro nei Cortili”

Al Chiostro di Sant’Eufemia e Corte Molon torna “Teatro nei Cortili”

Pubblicità
“Autospurgo

Le compagnie amatoriali scaligere ripartono con 143 serate che accompagneranno l’estate dei veronesi. Torna il Teatro nei Cortili, dal 20 giugno al 5 settembre. In due location, il tradizionale Chiostro di Sant’Eufemia, con una capienza di 150 spettatori, e l’inedita Corte Molon, con 190 posti a sedere.

Saranno 19 le compagnie che si alterneranno, con 22 diversi spettacoli, dalla commedia alla prosa in musica, dal dramma al comico. A tagliare il nastro di partenza sarà il gruppo Tiraca con ‘Full Monty – prossimamente a nudo’ di Michela Ottolini, in scena dal 20 al 22 giugno. E poi dal 23 al 27 con ‘Te rangito o feto da solo?’ di Lanfranco Fossà. Sui due palcoscenici gli artisti di Trixtragos, Teatro Armathan, Micromega, Cmt – Musical Theatre Company, Estravagario Teatro, Zeropuntoit, Compagnia Giorgio Totola, Compagnia Gino Franzi, Gruppo Teatrale Veronese Niù, La Pocostabile, Artefatto Teatro, G.A.D. Renato Simoni, Compagnia Dell’Arca, G.T. Einaudi-Galilei, Lavanteatro, Act Tabula Rasa Cvt, La Graticcia. A chiudere sarà dall’1 al 5 settembre, l’Associazione Act La Bugia con ‘Il colpo della strega’ di John Graham per la regia di Elena Merlo.

Dopo l’edizione in versione ridotta del 2020, con un unico cortile e 68 giorni di spettacolo, la storica rassegna scaligera è pronta a ripartire. Con le misure anti covid per la sicurezza di pubblico e artisti. L’invito è di prenotare per tempo i posti, contattando direttamente le compagnie teatrali. Tutto il calendario è disponibile sul sito del Comune di Verona.

A presentare il cartellone 2021, erano presenti l’assessore alla Cultura Francesca Briani, insieme ai rappresentanti delle compagnie capofila: Ermanno Regattieri di Estravagario Teatro, Marco Cantieri di Teatro Armathan e Fabrizio Piccinato di ArteFatto Teatro-Associazione The Blue Butterfly.

“La vitalità del teatro amatoriale scaligero tornerà ad animare le serate dei veronesi – ha detto Briani -. Siamo davvero felici di poter ripartire, raddoppiando le location rispetto all’anno scorso. Una grande passione spinge i nostri artisti a calcare le scene, grazie al loro impegno Verona vanta una ricchezza teatrale dilettantistica inestimabile. E così facendo si contribuisce a mantenere vivo un settore e diverse professionalità. Ringrazio tutte le compagnie, perché offriranno alla città un programma davvero corposo, che conferma la tradizionale vocazione teatrale di Verona”.


Questo articolo può interessare ad altri? Condividilo subito!

Mattino di Verona è il nuovo quotidiano di Verona: notizie di cronaca, news, gossip, politica ed economia