Home Articoli Furti in centro, arrestato 42enne e denunciati due minori

Furti in centro, arrestato 42enne e denunciati due minori

Pubblicità
“Autospurgo

È finito in manette il quarantaduenne responsabile del furto commesso, ieri sera intorno alle 21.00, nell’area camper di via dalla Bona. La parte lesa è un cittadino tedesco che ha trovato l’interno della sua roulotte completamente rovistato ed ha denunciato alla polizia l’ammanco di diversi oggetti di valore.

Gli agenti delle Volanti intervenuti – inviati sul posto dalla Centrale Operativa della Questura a seguito di segnalazione – hanno immediatamente intercettato il responsabile che, alla loro vista, ha imboccato la pista ciclabile a bordo di un motorino e ha tentato di fuggire. Bloccato di lì a poco, il ladro è stato trovato in possesso di parte della refurtiva: nello specifico, all’interno del vano sottosella del motorino sono stati rinvenuti 2 caricabatteria di e-bike e, a terra, lungo il tratto di strada riservato al transito delle biciclette che l’uomo aveva appena percorso, i poliziotti hanno ritrovato anche due zaini e una borsa di proprietà del camperista derubato.

Oltre a questo, il quarantaduenne è stato trovato con un telefono cellulare con sim tedesca del quale non ha saputo giustificare il possesso. Dalle verifiche effettuate in seguito all’arresto, gli agenti hanno accertato, inoltre, che lo scooter a bordo del quale l’uomo stava tentando di allontanarsi era sprovvisto di targa e dotato di un numero di telaio inesistente negli archivi della motorizzazione. Alla luce di quanto emerso, pertanto, il quarantaduenne è stato anche denunciato per ricettazione. Lo stesso è stato, infine, denunciato in quanto trovato in possesso di un cacciavite, arnese, con tutta probabilità, utilizzato per infrangere il lunotto posteriore del camper saccheggiato.

L’uomo è comparso questa mattina davanti al giudice che, dopo la convalida dell’arresto, ha disposto nei suoi confronti la misura degli arresti domiciliari e il sequestro preventivo dei due ciclomotori.

Nella notte appena trascorsa sono finiti nei guai anche due minorenni – uno di 16 e l’altro di 14 anni – che sono stati colti con le mani nel sacco mentre, l’uno con la complicità dell’altro, mettevano a segno un furto ai danni del negozio “Romeo & Giulietta” di via Cappello.

I poliziotti si sono insospettiti quando, intorno alle 4:45, si sono imbattuti nel più giovane dei due ragazzini che, da solo, si stava aggirando lungo la via.  È stato proprio in quel frangente che gli agenti hanno notato la vetrina della bottega infranta e leggermente scostata dalla sua sede. Una volta entrati, al secondo piano, gli uomini delle Volanti si sono trovati davanti al sedicenne che, oltre a due zaini colmi di merce rubata, nascondeva nelle tasche un cacciavite, una pinza e 140 euro in monete. Nelle tasche dei pantaloni del complice – che lungo la via faceva da “palo” – sono stati, invece, rinvenuti un capellino e due accendini provenienti dal negozio, un coltello e altri 1400 euro.

I due ragazzi, la cui condotta illecita è stata immortalata dalle telecamere di sorveglianza cittadine, sono stati denunciati per il reato di furto aggravato in concorso.

Nella serata di ieri, infine, i poliziotti delle Volanti, a seguito di un controllo effettuato in piazzale Lambranti, hanno proceduto alla perquisizione del domicilio di un cittadino straniero all’interno del quale hanno rinvenuto 7 grammi di cocaina e 2 grammi di hashish. L’uomo è stato denunciato per illecita detenzione di sostanze stupefacenti.


Questo articolo può interessare ad altri? Condividilo subito!

Mattino di Verona è il nuovo quotidiano di Verona: notizie di cronaca, news, gossip, politica ed economia