Home Articoli 155° anniversario della Polizia locale: premiati agenti e associazioni

155° anniversario della Polizia locale: premiati agenti e associazioni

Pubblicità
“Autospurgo

La Polizia locale di Verona ha celebrato questa mattina il 155° Anniversario di Fondazione del Corpo. Un momento di bilanci e di riconoscimenti con un encomio speciale a tutte le associazioni di volontariato che hanno prestato servizio e supporto alla grande ‘macchina’ dei vaccini antiCovid.

“E’ stato fatto un lavoro incredibile, anche se molto spesso tutti questi sforzi vengono vanificati perché non abbiamo gli strumenti normativi necessari per debellare i fenomeni che contrastiamo – ha detto il sindaco Federico Sboarina-. Verona per numeri è già una città metropolitana, dovremmo poter contare però su nuovi poteri e misure d’intervento. Questa deve essere una priorità per il nostro Parlamento, noi sindaci siamo pronti ad assumerci le responsabilità che servono per garantire la qualità di vita e la sicurezza nelle nostre città. In un anno sono stati portati a termine 39 mila interventi, più di 100 al giorno. Sono stati sequestrati 2 chili di droga. Tutto questo grazie all’impegno dei nostri agenti, il loro lavoro non deve essere vanificato”.

“Abbiamo accompagnato la città a tornare alla sua normalità, ma è stato un anno complicato, più del 2020 – ha sottolineato il comandante Luigi Altamura -. Non solo per le numerose attività portate a termine, ma anche perché abbiamo dovuto fare i conti con un cambiamento della società, colpita da problemi economici e sociali. Se prima eravamo visti come una sorta di eroi moderni, negli ultimi 12 mesi siamo stati spesso vittime di aggressioni verbali e social, di offese al nostro lavoro che ci porta a rischiare tutti i giorni sulla strada, anche quando multando pedoni, ciclisti o fruitori di monopattini molto probabilmente abbiamo salvato loro la vita. I nostri servizi di sicurezza davanti alle scuole, nelle piazze, contro lo spaccio di droga, sono proseguiti incessanti giorno e notte. A questi si aggiungono gli interventi per verificare le migliaia di segnalazioni dei cittadini, per i rilievi degli incidenti stradali, per supportare la realizzazione dei grandi eventi, che sono tornati in città e hanno visto Verona proiettata nel resto del mondo. E poi ancora il contrasto alle truffe, al falso documentale, abbiamo adottato nuove tecniche e tecnologie che hanno già portato le prime sentenze. Un lavoro a 360 gradi reso possibile dagli uomini del Corpo. Ringrazio ognuno di loro, oltre ai rappresentanti sindacali per le proposte concrete e non populiste fatte negli ultimi mesi, che rispondono alle esigenze della città così come a quelle dei lavoratori”.

Alla cerimonia erano presenti il vicepresidente della Regione Veneto Elisa De Berti, il vicesindaco Luca Zanotto, l’assessore alla Sicurezza Marco Padovani, il presidente del Consiglio comunale Leonardo Ferrari, il presidente della Prima Circoscrizione Giuliano Occhipinti, oltre alle maggiori autorità civili e militari cittadine. Presenti anche i dipendenti della Protezione Civile del Comune di Verona.

Bilancio attività 2021. Realizzati quasi 39 mila servizi da settembre 2020 ad agosto 2021. Fondamentale l’apporto ricevuto dal nuovo personale, 61 agenti e 8 ufficiali entrati in servizio, frutto delle recenti selezioni concorsuali completate nel corso del 2021. Sul fronte Covid19, nello specifico, più di 23 mila le persone controllate e 17.330 le verifiche effettuate in negozi, bar ed altre imprese commerciali. Ancora, per quanto riguarda sicurezza urbana e lotta al degrado, sono stati 1895 i grammi di sostanze stupefacenti sequestrati e 188 le violazioni per accattonaggio accertate. L’introduzione del Daspo urbano ha permesso di allontanare alcuni soggetti dalle strade del centro: 792 le persone identificate (contro le 680 del 2020), 402 i provvedimenti emessi (384 dei quali per attività del Reparto Territoriale) contro i 345 del 2020. Tre le segnalazioni inviate alla Questura con richiesta di emissione di provvedimenti di allontanamento. Il controllo sulla circolazione stradale, invece, registra circa 278 mila infrazioni, di cui oltre 70 mila per eccesso di velocità, 57.462 per passaggio non consentito in Ztl e 21.316 nella corsia dedicata ai bus. In totale, sono stati 77.943 i punti decurtati dalla patente. Complessivamente, sono stati 23.562 gli interventi gestiti dalla Centrale Operativa, fra cui i 1393 gli incidenti stradali rilevati. Per la videosorveglianza, rafforzato il sistema di controllo, passato dalle 262 telecamere installate nel 2020 alle 305 del 2021.


Questo articolo può interessare ad altri? Condividilo subito!

Mattino di Verona è il nuovo quotidiano di Verona: notizie di cronaca, news, gossip, politica ed economia