Home Articoli Giornata contro la violenza sulle donne, Favero: “Combattere il fenomeno attraverso l’occupazione...

Giornata contro la violenza sulle donne, Favero: “Combattere il fenomeno attraverso l’occupazione femminile”

Pubblicità
“Autospurgo

Il 25 novembre si celebra la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne. In occasione della ricorrenza, i gruppi Donne Impresa di Confartigianato Imprese Veneto e Verona si schierano a favore del rispetto della dignità della donna e della persona in generale.

“La Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, nata per volere dell’Onu, serve a ricordarci che la violenza di genere è purtroppo ancora una realtà diffusa da combattere e che la strada da percorrere è ancora lunga”. Queste sono le parole di Barbara Barbon, Presidente Donne Impresa Confartigianato Veneto.

Secondo i dati dell’Istat, nel 2020 sono state 15.128 le donne che hanno contattato il 1522, numero anti-violenza, portando un sensibile aumento rispetto al 2019, quando erano state 8.427. In Veneto, nel 2020, sono state 956 le donne vittime di violenza e stalking a rivolgersi al 1522.

“Il rispetto reciproco tra uomini e donne è il fondamento di una comunità – continua Barbon –. Il principio della parità di genere dovrebbe far parte dei processi educativi e della cultura civica di ogni Paese. Il mancato raggiungimento della parità tra uomo e donna porta, nella sua manifestazione più furente, alla violenza”.

“Siamo convinte – aggiunge Elena Favero, Presidente di Confartigianato Donne Imprese Verona –. Che una risposta concreta al drammatico fenomeno della violenza di genere sia il lavoro. Il lavoro è un grande passo verso la libertà e l’autonomia delle persone. Promuovere e favorire l’occupazione e la realizzazione femminile resta, dunque, un elemento fondamentale per rendere queste donne più forti e meno sole. Solo cosi troveranno il coraggio di denunciare e cercare
percorsi di riappropriazione della propria dignità e libertà”.

Nel 2016, Confartigianato Imprese Veneto, CNA, Casartigiani, CGIL, CISL e UIL hanno sottoscritto un accordo regionale contro gli episodi di violenza fisica, psichica o sessuale all’interno delle imprese artigiane. L’accordo prevede che imprese, lavoratrici e lavoratori collaborino per creare un ambiente che rispetti la dignità di ciascuno e che si basi sui principi di eguaglianza.

“La violenza contro le donne si combatte dalle sue radici, mettendo le donne nelle condizioni di poter scegliere il proprio destino attraverso il diritto allo studio, il diritto al lavoro e una migliore condizione vita-lavoro” conclude Elena Favero.


Questo articolo può interessare ad altri? Condividilo subito!