Home Ambiente Val dei Mulini: in 150 per dire no al progetto di un...

Val dei Mulini: in 150 per dire no al progetto di un ponte sospeso ciclopedonale – FOTO

Pubblicità
“Autospurgo

Sono stati oltre 150 i partecipanti alla speciale escursione guidata in Val dei Mulini a Costermano sul Garda chiamati a raccolta dalle 65 associazioni che hanno aderito al progetto “Val dei Mulini, un gioiello naturale da difendere”.

Scopo dell’appuntamento era quello di far conoscere la valle scavata dal torrente Tesina, un luogo ricco di ambienti diversi – dai prati aridi dei versanti più esposti ai boschi di quercia e carpino alle sorgenti pietrificanti della Val Strova – che rischia di essere compromesso da un progetto, per ora solo un Masterplan, che prevede la costruzione di un ponte sospeso ciclopedonale di 300 metri  nei pressi della frana della fine del 2020 (che ha praticamente diviso in due la Valle); inoltre la creazione di un glamping, percorsi con passerelle nel bosco, casette sugli alberi, illuminazione notturna dei sentieri … e altro.

Secondo la lettera-appello (inviata dalle Associazioni all’Amministrazione Comunale di Costermano perché riveda questo progetto) c’è il rischio che sia stravolta tutta la naturalità dei luoghi, ambienti particolarmente fragili dove crescono orchidee spontanee, dove è presente l’endemismo puntiforme del fiore Gypsophila Papillosae dovesopravvive anche il raro gambero di fiume, specie minacciata di estinzione.

Nella passeggiata di oggi alcune esperte guide ambientali hanno illustrato il territorio ai partecipanti (divisi in vari gruppi) puntando l’attenzione sia sulle caratteristiche prettamente naturalistiche sia sull’aspetto antropico e umano che ha visto la valle protagonista di una storia antichissima, attraverso l’attività molitoria dei numerosi mulini.

Riflessioni finali sono state proposte sulla contrapposizione fra una visione “economica”, di eccessivo sviluppo turistico dell’area, e l’approccio naturalistico e di salvaguardia della Valle, senza trascurare la possibilità di proporre interventi di manutenzione e valorizzazione nelle aree più a rischio.


Questo articolo può interessare ad altri? Condividilo subito!

Mattino di Verona è il nuovo quotidiano di Verona: notizie di cronaca, news, gossip, politica ed economia