Home Ambiente Approvata dal Consiglio comunale l’Istituzione del Parco delle Sorgive e del Fiume...

Approvata dal Consiglio comunale l’Istituzione del Parco delle Sorgive e del Fiume Fibbio

Pubblicità
“Autospurgo

Il Consiglio comunale di Verona, riunito in seduta straordinaria, ha approvato la mozione per l’istituzione del “Parco delle sorgive e del fiume Fibbio”. Il documento, presentato dal capogruppo di Verona e Sinistra in Comune Michele Bertucco, a nome anche del PD e di Traguardi, ha registrato 24 voti favorevoli, 1 contrario e 1 astenuto.

Il sottosuolo e il territorio di Montorio e dei suoi dintorni costituiscono un “unicum” ambientale, archeologico, architettonico, artistico, paesaggistico. Con l’istituzione del Parco delle Sorgive e del Fiume Fibbio, come richiesto nella mozione, si intende valorizzare e proteggere l’area con particolare attenzione alle zone umide composte da sorgenti, laghetti e corsi d’acque. Quando si parla del laghetto Fontanon di Montorio si parla di un peculiare, se non unico, sistema di sorgenti di natura carsica di cui fanno parte anche il Laghetto Squarà, Tondello, Madonnina e il torrente Fibbio il cui sviluppo va ben oltre i confini del Comune di Verona attraversando il territorio di San Martino Buon Albergo per arrivare fino a Belfiore.

Il sistema origina ai piedi dei Monti Lessini. Nel corso dei secoli ha conosciuto innumerevoli trasformazioni ad opera dell’uomo che l’ha adattato alle esigenze di mulini, opifici e concerie – come l’ex Sapel di Montorio di cui si parla nella Variante 29 del Comune di Verona – ed attualmente è in condizioni di sostanziale abbandono.

“Abbiamo la possibilità di avviare questo percorso per arrivare a costituire un nuovo Parco – ha detto Bertucco -. Un modo per far conoscere ulteriormente il territorio di Verona e dei comuni limitrofi, con l’obiettivo di valorizzarlo. Sorgente laghetto Squarà, sette ponti, sorgente Madonnina, cotonificio sul Fibbio sono solo alcuni dei luoghi salienti di quest’area di interesse, zone che potrebbero far parte di percorsi naturalistici e storici ad hoc. Una proposta – ha ricordato Bertucco – partita dall’Ottava Circoscrizione e dalle associazioni del territorio”.

Nello specifico si chiedeva con la mozione di avviare l’iter amministrativo per:

– Istituire il Parco delle Sorgive e del Fiume Fibbio:

– Realizzare e valorizzare i percorsi di visita al Parco;

– Valorizzare gli ambiti della Madonnina e dell’ex Sapel come luoghi di particolare pregio all’interno del Parco;

– Attivare un accordo di programma con il Comune di San Martino Buon Albergo finalizzato al completamento dei percorsi lungo il Fibbio e alla comune valorizzazione del Parco.

Nel luglio 2021 tali proposte erano confluite in un progetto organico per l’istituzione del Parco e con la mozione approvata abbiamo impegnato l’amministrazione a dare sostanza a quanto richiesto dalla Circoscrizione mettendo in campo azioni concrete per la valorizzazione dell’area in oggetto dal punto di vista naturalistico, ambientale e turistico con l’istituzione del “Parco delle Sorgive e del Fiume Fibbio”.


Questo articolo può interessare ad altri? Condividilo subito!

Mattino di Verona è il nuovo quotidiano di Verona: notizie di cronaca, news, gossip, politica ed economia