Home Articoli Volley, Verona rimonta due set e batte Trento al tie-break

Volley, Verona rimonta due set e batte Trento al tie-break

Pubblicità
“Autospurgo

Verona si regala il derby dell’Adige contro una Trento avanti 2-0 nel conto dei set. L’orgoglio e il cuore gialloblu fanno il resto. I giovani di Stoytchev crescono poco alla volta e dimostrano di essere una squadra che ha le carte in regola per lottare con chiunque.

CRONACA

La partita è sicuramente dura per i gialloblu vista anche la forza di Trento. Verona fatica a trovare il ritmo giusto e mentre gli ospiti sembrano davvero invalicabili a muro. I ragazzi soffrono oltremodo anche in ricezione, D’Heer e l’ex Kaziyski sono micidiali e il divario in termini di punti aumenta vistosamente e Trento porta a casa rapidamente il set (13-25).

Secondo set più equilibrato con Verona decisamente più attiva. La ricezione e il muro gialloblu cercano di contrastare l’attacco trentino. La battuta vincente di Jensen porta i gialloblu sul + 2 (19-17) ma è purtroppo solo un fuoco di paglia. Trento non demorde e ritrova la giusta carica agonistica. Verona ha l’occasione di chiudere il set sul 24-23 ma i trentini resistono e portano i padroni di casa ai vantaggi. Sono Michieletto e il solito Kaziyski a portare di nuovo in vantaggio Trento. Il punto del 29-31 è un mani out di Kaziyski.

Verona sotto 0-2 reagisce con orgoglio e nel terzo set torna a macinare gioco e punti. Sono i centrali a dettare i giusti ritmi con Mozic sugli scudi. Trento non molla e torna sotto con Podrascanin. Il rush finale premia i padroni di casa che con dei monster-block annullano la difesa avversaria e vincendo il set (25-20).

Verona, galvanizzata dal set vinto inizia a martellare la difesa trentina. Mozic e Jensen suonano la carica. I gialloblu sembrano trasformati. Il set scorre via velocemente e a chiuderlo ci pensa una battuta vincente del giovane Magalini (25-10).

Si arriva dunque al tie-break e Verona non si lascia intimidire dalla corrazzata Trento. È un parziale che si gioca punto a punto. I padroni di casa prendono un piccolo vantaggio e lo conservano sino al match ball che piazza ancora una volta il solito ed immenso Mozic (15-12).

DICHIARAZIONI

Molto soddisfatto l’MVP Mozic: “È una vittoria davvero incredibile ma sicuramente fantastica. Sotto 2-0 abbiamo reagito costruendo la vittoria soprattutto in battuta e a muro. Abbiamo dimostrato che è necessario tenere duro sino alla fine (vedi la vittoria contro Monza sempre al tie-break ndr). Sicuramente siamo più consapevoli dei nostri mezzi e quando Trento ha accusato qualche battuta a vuoto a causa della stanchezza ci siamo fatti trovare pronti ed abbiamo portato a casa una vittoria fondamentale”.

TABELLINO

Verona Volley Itas Trentino 3-2 (13-25, 29-31, 25-20, 25-10, 15-12).

VERONA VOLLEY: Aguenier 12, Cortesia 12, Magalini 14, Raphael 1, Asparuhov, Mozic 20, Jensen 18, Qafarena, Zanotti, Donati (L), Bonami (L). Non entrati: Nikolic, Spirito, Wounembaina. All. Stoytchev.

ITAS TRENTINO: Kaziyski 15, D’Heer 7, Michieletto 21, Sbertoli, Cavuto 2, Pinali 4, Lavia 17, Zenger (L), Podrascanin 10, Sperotto 1, De Angelis (L). Non entrati: Albergati. All.: Lorenzetti.

Arbitri: Puecher e Lot.

Durata set: 18′, 37′, 24’, 18’, 18’. Tot. 1h e 55’.

NOTE: spettatori 1778. Verona Volley: 21 muri, 4 ace, 12 errori in battuta, 47% in attacco, 46% (28%) in ricezione. Itas Trentino: 10 muri, 8 ace, 18 errori in battuta, 42% in attacco, 57% (41%) in ricezione.

MVP: Mozic.


Questo articolo può interessare ad altri? Condividilo subito!