Home Articoli Al Camploy ci si interroga sul futuro del pianeta con “Mulinobianco –...

Al Camploy ci si interroga sul futuro del pianeta con “Mulinobianco – back to green future”

Pubblicità
“Autospurgo

La compagnia Babilonia Teatri torna a Verona con il suo ultimo lavoro. Venerdì 14 gennaio, sul palcoscenico del teatro Camploy, andrà in scena “Mulinobianco – back to green future“, uno spettacolo che si interroga sul rapporto tra l’uomo e il pianeta. Sul palco ci saranno i due fondatori della compagnia, Enrico Castellani e Valeria Raimondi, e i figli della coppia, Ettore e Orlando. I due ragazzi racconteranno alla platea il loro punto di vista sul futuro del mondo.

Babilonia Teatri condivide con il pubblico le domande sul futuro a cui l’umanità non riesce a dare una risposta. “Mulinobianco – spiegano gli autori -. Nasce dalla consapevolezza che viviamo un mondo in cui sembra impossibile trovare un equilibrio tra naturale ed artificiale: una dicotomia quasi impossibile da gestire”.

Lo spettacolo, inserito nella rassegna “L’Altro Teatro” organizzata dal Comune di Verona, è co-prodotto da Operaestate Festival Veneto, in collaborazione con Dialoghi.

Il programma completo è consultabile sul sito www.comune.verona.it, sulla pagina Facebook L’Altro Teatro Verona, e sul profilo Instagram L’Altro Teatro Verona.Camploy.

I biglietti degli spettacoli sono in vendita da Box Office Verona – via Pallone 16 – tel. 045 80 11 154. E online sui circuiti www.boxol.it/BoxofficeLive/itwww.boxofficelive.it , www.myarteven.it. Il botteghino del Teatro Camploy sarà aperto la sera dello spettacolo a partire dalle ore 20 per l’acquisto dei biglietti. 


Questo articolo può interessare ad altri? Condividilo subito!

Mattino di Verona è il nuovo quotidiano di Verona: notizie di cronaca, news, gossip, politica ed economia