Home Articoli Covid: boom di prime dosi degli over 50, il territorio veronese all’ultimo...

Covid: boom di prime dosi degli over 50, il territorio veronese all’ultimo posto per booster

covid
Pubblicità
“Autospurgo

Complice l’entrata in vigore del nuovo decreto – dal 15 febbraio inoltre il Super Green Pass sarà obbligatorio per tutti i lavoratori over 50 -, la somministrazione di prime dosi degli over 50 è triplicata. L’incremento delle vaccinazioni riguarda soprattutto la fascia tra i 50 e i 59 anni, in cui si è raggiunto l’87,5% di dosi iniettate. Nei soggetti dai 60 anni in su, invece, le percentuali superano il 90%.

Per quanto riguarda Verona, la media corrisponde a quella registrata in altre parti di Italia e nel resto del Veneto. I soggetti vaccinati lunedì 10 gennaio sono stati 359; ieri, mercoledì 12 gennaio, sono stati 349. Diversa la situazione durante le feste, con 81 vaccinazioni nel giorno dell’Epifania e solo 53 il 2 gennaio.

Nel frattempo, proseguono le somministrazioni anche sui bambini: quasi 11mila quelli di età compresa tra i 5 e gli 11 anni che hanno già ricevuto la prima dose. Anche la fascia degli adolescenti ha registrato numeri in aumento, con il 75,5% del totale ha completato il ciclo vaccinale. Se l’86% dei ventenni ha ricevuto almeno una dose, una situazione differente riguarda i trentenni e i quarantenni, la cui corsa al vaccino ha subito un rallentamento rispetto ad altre fasce.

Una considerazione per quanto riguarda il territorio veronese, che è all’ultimo posto per le dosi booster: il 79,4% della popolazione dell’ULSS 9 Scaligera ha ricevuto almeno una dose, mentre solo il 38,8% anche la terza dose, contro la media regionale che ha raggiunto il 43,1%. In generale, la campagna vaccinale in Veneto procede bene: dall’inizio della vaccinazione sono state somministrate 9.607.210 dosi.


Questo articolo può interessare ad altri? Condividilo subito!

Mattino di Verona è il nuovo quotidiano di Verona: notizie di cronaca, news, gossip, politica ed economia