Home Articoli Servizi pubblici, potenziati i controlli: monitoraggio costante sul personale

Servizi pubblici, potenziati i controlli: monitoraggio costante sul personale

Pubblicità
“Autospurgo

L’aumento dei contagi si riflette sulla tenuta dei servizi pubblici e sotto la lente ci sono in particolare le scuole, con il servizio mensa, e il trasporto pubblico. Ad una settimana dalla ripresa delle scuole, l’Amministrazione prosegue il quotidiano monitoraggio sul personale e sugli utenti affinché i servizi siano garantiti al meglio.

Nidi e materne. Ad oggi le insegnanti non in servizio in quanto positive al Covid sono 14 nei nidi e 22 nelle scuole materne, su un totale rispettivamente di 325 e 230 insegnanti. Sul fronte alunni, si registrano 6 bambini positivi ai nidi (sui 1018 iscritti) e 42 alle scuole dell’infanzia (su complessivi 1841). Dati in miglioramento rispetto al 10 gennaio, giorno di ripresa delle lezioni, quando le assenze erano di 46 educatrici ai nidi e 37 maestre alle materne.

I contagi di quest’anno rispetto allo stesso periodo dell’anno scolastico scorso mostrano un calo nei nidi ed un aumento nelle scuole dell’infanzia, sia per quanto riguarda i bambini che gli insegnanti.
Nidi: anno 2020/2021 percentuale contagi insegnanti 9,51%, anno 2021/2022 contagi 4,31%; bambini 2020/2021 contagi 1,59%, 2021/2022 contagi 0,59%. Scuole dell’Infanzia: anno 2020/2021 percentuale contagi insegnanti 8,70%, anno 2021/2022 contagi 9,57%; bambini 2020/2021 contagi 0,62%, anno 2021/2022 contagi 1,68%.

Servizi Agec (farmacie, cimiteri, refezione scolastica). A fronte di 503 dipendenti a ruolo, le assenze totali per malattia sono 41, (l’8% circa), di queste, circa la metà riconducibili al Covid. A dicembre Agec si è dotata di uno specifico comitato Covid ed ha adottato specifici protocolli che definiscono per tipologia di servizio e ruolo quali dispositivi di protezione individuale utilizzare e quali procedure adottare. L’indicazione dell’Azienda è quella, laddove possibile, di organizzare il lavoro a turni e in gruppo al preciso scopo di tutelare la salute dei dipendenti, dei clienti, e garantire la continuità dei servizi essenziali. Sul fronte ristorazione, la formazione prosegue in forma individuale.

Trasporto pubblico locale. Situazione sotto controllo anche nei mezzi di trasporto pubblico. In questi giorni sono assenti circa una settantina di autisti degli autobus, tra malattie e quarantene. A rischio pertanto sono circa 150 corse, sul totale delle 4750 programmate giornalmente. Il disagio rimane comunque molto contenuto, anche perché l’Azienda cerca di sospendere in modo “chirurgico” le corse meno utilizzate da studenti e lavoratori, in particolare le serali. Continuano intanto in modo serrato i controlli quotidiani mirati a garantire il rispetto da parte dell’utenza delle norme anti Covid. Sui bus, infatti, gli utenti maggiori di 12 anni possono salire solo se in possesso del Green pass rafforzato e con mascherina FFP2 correttamente indossata. Ogni giorno le pattuglie dei verificatori ATV controllano circa 4000 passeggeri, cui si aggiungono i controlli delle forze dell’ordine ma gli utenti fuori regola sono appena nell’ordine dello 0,2%.

“Teniamo costantemente monitorata la situazione, sia del personale scolastico sia degli alunni – afferma l’assessore all’Istruzione Maria Daniela Maellare -. Ad oggi non ci sono particolari criticità. L’aggiornamento quotidiano ci permette di intervenire tempestivamente sia sul fronte educativo sia su quello sanitario, applicando tutte le misure e i protocolli richiesti in caso di contagi. E’ uno sforzo notevole, ma lo facciamo convinti del ruolo imprescindibile che la scuola, di ogni ordine e grado, rappresenta per i nostri bambini”.

Presidente di Agec Maurizio Ascione Ciccarelli spiega che “Sul totale del personale assente, la metà è dovuto a casi di contagi o quarantene. Per garantite al meglio la continuità dei servizi, come azienda ci siamo dotati di uno specifico Comitato Covid e di una serie di rigorosi protocolli da attuare nei diversi settori. A tutela del personale, oltre che degli utenti, cerchiamo di organizzare il lavoro secondo turni precisi”.

“Conteniamo al massimo i disagi agli utenti intervenendo nelle corse meno frequentate, così da garantire sempre il servizio a studenti e lavoratori nelle ore di punta – dice il presidente di Atv Massimo Bettarello -. Massima attenzione viene fatta ai controlli, per i quali abbiamo messo in campo vere e proprie pattuglie di verificatori Atv che certificano non solo il Green pass ma anche il corretto uso delle mascherine FFP2”.


Questo articolo può interessare ad altri? Condividilo subito!