Home Articoli Pnrr, in arrivo dal Governo altri 905 milioni per finanziare progetti di...

Pnrr, in arrivo dal Governo altri 905 milioni per finanziare progetti di rigenerazione urbana

arsenale
Pubblicità
“Autospurgo

Il Governo ha destinato altri 905 milioni di euro, relativi al periodo 2022-2026, per il finanziamento di progetti di rigenerazione urbana già approvati in attuazione del PNRR. La richiesta di ulteriori fondi era partita da Anci nazionale e Anci Veneto, in quanto molti progetti erano stati inseriti in graduatoria, ma non finanziati.

Il Presidente della Regione Veneto Luca Zaia commenta il risultato: “Una bella vittoria, del buon senso, e delle Regioni ed Enti Locali. Il Pnrr è l’unica grande opportunità di prospettiva che il Paese e il Veneto hanno. Dobbiamo continuare con intensità in un lavoro di squadra per far calare sul territorio le risorse evitando accuratamente le trappole della burocrazia”.

“Proprio nei giorni scorsi in Veneto – aggiunge Zaia –. Abbiamo insediato il Tavolo di Partenariato con le categorie economiche per continuare con intensità il lavoro di squadra e calare in concreto le risorse sul territorio in modo da creare occupazione, ripresa economica e, soprattutto, modernità. Ora bisogna andare avanti, con concretezza”.

Tra i progetti interessati dal finanziamento, due riguardano Verona: la riqualificazione dell’Arsenale e del Parco della Cultura urbana. Il primo intervento ha l’obiettivo di trasformare l’Arsenale in “ARS District” attraverso la ristrutturazione della Palazzina di Comando, per potenziare il sistema museale del Comune e l’ufficio marketing territoriale. Nella Corte Centrale è previsto l’inserimento di spazi per giovani e famiglie, sale riunioni, uffici co-working e spazi dedicato al gioco. Per quanto riguarda il Parco della Cultura urbana, l’area sarà destinata al tempo libero, allo sport e alle attività ricreative. Ai due progetti erano stati destinati rispettivamente 18 milioni e 268 mila euro e 772 mila euro.

Il sindaco di Verona Federico Sboarina e l’Assessore all’Urbanistica Ilaria Segala non nascondono l’entusiasmo per la notizia: “Ero certo che il Governo avrebbe mantenuto gli impegni presi dopo le insistenze dei sindaci del Veneto e dell’Anci regionale – commenta il sindaco -. Ringrazio tutti i parlamentari veronesi che si sono impegnati in questa partita, il Governo che è stato di parola e il sindaco di Treviso, presidente Anci Veneto, che ha fatto la battaglia per tutti. Potremo restituire per davvero il compendio dell’ex Arsenale ai veronesi, uno spazio pubblico completamente riqualificato, da vivere tutto il giorno in sicurezza, con spazi per la cultura, per i giovani, le famiglie e il tempo libero”.

“I 18 milioni dell’Arsenale serviranno per realizzare il “cuore” del compendio, quella corte centrale che sarà destinata a servizi e spazi da 0 a 100 anni, dai bambini agli anziani – afferma l’Assessore -.Mentre nella Palazzina Comando ci verrà l’ampliamento del museo di Castelvecchio che sposterà la biblioteca e una parte degli archivi visitabili”.


Questo articolo può interessare ad altri? Condividilo subito!

Mattino di Verona è il nuovo quotidiano di Verona: notizie di cronaca, news, gossip, politica ed economia