Home Articoli Tosi: “Sboarina vorrebbe solo diete vegetariane in scuole e ospedali? Si fa...

Tosi: “Sboarina vorrebbe solo diete vegetariane in scuole e ospedali? Si fa di tutto per raccattare voti”

Pubblicità
“Autospurgo

“Sboarina vuole imporre la dieta vegetariana nelle mense scolastiche, negli ospedali e nelle case di riposo, anche contro le prescrizioni di insigni dietologi. O forse non sa quello che firma. Oppure, pur di raccattare voti, è disposto a firmare di tutto, il che dimostra una grande paura di perdere”.

Questo il commento di Flavio Tosi, dopo che il Sindaco uscente ha firmato, qualche giorno fa, il decalogo della LAV, l’associazione animalista anti vivisezione: tra i punti anche la richiesta di imporre una dieta esclusivamente vegetariana nelle mense scolastiche, negli ospedali e nelle case di riposo.

“Sia chiaro – dice Tosi – condivido pienamente otto dei dieci punti del decalogo. Gli animali domestici vanno protetti e tutelati. Altra cosa sono la demagogia e l’ideologia. I dietologi consigliano la presenza, seppur moderata, di carne nell’alimentazione di bambini e anziani: come si può allora condividere, come ha fatto Sboarina, la volontà di eliminare completamente la carne nelle mense scolastiche, negli ospedali e nelle case di riposo? Perché è quello che lui ha sottoscritto (vedasi allegato, nda), salvo poi cercare di sminuirlo ipocritamente e falsamente nella sua comunicazione”.

Tosi poi è perplesso quando sente parlare (ed è il secondo punto controverso) di sterilizzazione delle nutrie: “È impraticabile poiché, a differenza dei piccioni, non puoi buttare del mangime speciale nei campi, non esiste per quei roditori e sarebbe comunque tassativamente vietato. Quindi le devi catturare con le trappole una per una e sono migliaia e migliaia. Vedo molta demagogia in questa richiesta, ma soprattutto vedo una grande ipocrisia da parte di Sboarina, che pur di accontentare un’associazione e raccattare qualche voto firma a occhi chiusi di tutto”.

“Noi per i nostri amici a quattro zampe, anziché fare proclami o ordinanze inapplicabili, abbiamo agito concretamente, realizzando dopo decenni di attesa, un moderno canile e gattile alle Binelunghe”, conclude Tosi.


Questo articolo può interessare ad altri? Condividilo subito!