Home Articoli Parte questa sera il Mura Festival con tanti eventi da non perdere

Parte questa sera il Mura Festival con tanti eventi da non perdere

Pubblicità
“Autospurgo

Torna la musica al Mura Festival con un’ampia varietà di appuntamenti dal martedì alla domenica: tanti progetti artistici coinvolti, con sonorità jazz, funk, soul, pop, indie, folk, blues, dance, e molto altro. Questa sera, mercoledì 15, si inaugura la manifestazione con il format “Gin ’n’ Jazz“: le eleganti note del jazz con ensemble diversi ogni settimana, da gustare sorseggiando cocktail a base di gin premium italiani, sempre più di tendenza tra estimatori e grande pubblico. Ad aprire le danze, un quartetto composto da Alessandro Vaccari al sax, Matteo Fontana alla chitarra, Luca Pisani al basso e Oreste Soldano alla batteria. Una serata all’insegna della buona musica senza dimenticare i mostri sacri Horace Silver, Charlie Parker e Thelonius Monk. A seguire una Jam Session, come nella migliore tradizione jazz. Le note del jazz saranno accompagnate da una selezione di pregiati Gin del liquorificio Zanin: principe della serata, Giulian gin. A creare un perfetto mix, le toniche aromatizzate Fever Tree, che complementano le varie categorie di sapore dei gin, in bilanciamenti perfetti e sorprendenti.

Giovedì 16 live performance del trio internazionale The Matt Project, avventurieri in bilico tra soul, funk e pop-rock, formati da Jury Magliolo (voce e polistrumentista, terzo classificato a XFactor 2009), Carlo Poddighe, chitarra e voce e Matteo Breoni alla batteria. L’ultimo lavoro discografico è “Overnight”, uscito in vinile LP nel dicembre 2020. Il nuovo singolo invece è “Nightride” uscito in aprile 2022.

Da non perdere venerdì 17 giugno il concerto degli Hierba Mala: la band Cumbia con influenze Hip Hop, Dub e Reggae, dall’attitudine Punk. Da quest’anno “Hierba Mala” porterà le vibes latine sulle Mura con una nuovissima ed energetica formazione, “Hierba Mala y so Orquesta“, formata da: Cristiano Tommasini al basso, Luca Zampe alla batteria e percussioni, Matteo Zambonin trombone e fisarmonica, Jacopo Mocci al synth, Giovanni Maffezzoli voce e ukulele e Kimberly Uribe voce. Tra tequila e fuoco prende vita una festa strabordante di colori e vibrazioni positive, con canzoni originali e classici del latino america (dal Samba-Reggae, Reggae, Afro, Rumba, Cumbia e qualcosa di più moderno), che vi fará ballare toda la noche!

Sabato 18 il vero Saturday Night di Verona è al Mura Festival con la soul band Funky Town: potrete rivivere il sound della classica black music degli anni d’oro, ascoltando i brani funky più cool con arrangiamenti e idee originali e in più brani originali in stile soul in un concerto esclusivamente dal vivo con voci, sezione fiati e ritmica dal sound vintage.

Domenica 19 giugno San Bernardino si anima con l’Aperitivo musicale al Tramonto 100 Note in Rosa, curato da Consorzio per la Tutela del Chiaretto e del Bardolino, questa settimana accompagnato dalle note di Diletta Marzano, voce intimistica e sognatrice. Accompagnando lo scendere del sole, sorseggiando un calice di vino profumato, sarete avvolti dalla magica atmosfera creata dalla voce di Diletta. 

Gli appuntamenti musicali del Festival animeranno principalmente il Bastione di San Bernardino, rispettivamente sui due palchi creati per l’occasione, il Freak Stage e l’area denominata “Casa Erriquez”, ma anche l’Orecchione, per alcuni eventi speciali. Tutto il calendario di appuntamenti e attività – in continuo aggiornamento – è consultabile al sito di Mura Festival. L’ingresso all’area della manifestazione è sempre gratuito. 

Mura Festival si svolgerà in sicurezza e seguirà la vigente normativa anti covid-19: verranno prese tutte le precauzioni necessarie per vivere l’evento in condizioni di sicurezza, dando occasione a tutti di trascorrere momenti di socialità ed esperienze all’aria aperta, serenamente e senza rischi. 


Questo articolo può interessare ad altri? Condividilo subito!