Home Articoli Anas, traffico intenso ma senza criticità nel primo fine settimana di controesodo

Anas, traffico intenso ma senza criticità nel primo fine settimana di controesodo

Pubblicità
“Autospurgo

Traffico intenso ma senza particolari criticità sui circa 32 mila chilometri di rete stradale e autostradale gestiti da Anas (Gruppo FS Italiane) nel primo fine settimana contrassegnato dal bollino rosso, che chiude la settimana di Ferragosto. I primi rientri dalle vacanze, in particolare verso nord e in direzione dei grandi centri urbani, hanno fatto registrare una circolazione sostenuta ma scorrevole. 

Nei punti nevralgici della rete stradale e autostradale il personale Anas ha monitorato costantemente la situazione per prevenire qualsiasi disagio. Traffico sostenuto soprattutto nella giornata di sabato, in particolare durante la mattinata. Nelle prime ore della mattinala SS18 “Tirrena Inferiore” è rimasta temporaneamente chiusa per un incidente a Gizzeria in provincia di Catanzaro. Nel pomeriggio un incidente ha causato qualche rallentamento sulla statale 18var “Cilentana” a Centola, in provincia di Salerno.  

Anche nella giornata di domenica la circolazione si è svolta in modo generalmente regolare. Qualche rallentamento per un incidente anche sulla strada statale 223 “di Paganico” (Grosseto-Siena), in direzione Siena, anche in questo caso risolto in poco tempo. Da rilevare sulla A2 “Autostrada del Mediterraneo” un incidente tra Sibari e Castrovillari che ha causato rallentamenti in tarda mattinata, poi risolti. Nel pomeriggio traffico rallentato a tratti in direzione nord tra gli svincoli di Pontecagnano nord e Fisciano.  

Tra le arterie più trafficate la SS613 “Brindisi Lecce”, la SS106 “Jonica”, la SS26dir “della Valle d’Aosta” e la SS1 “Aurelia”. 

Con l’obiettivo di facilitare gli spostamenti e ridurre i disagi per gli utenti e in previsione dell’aumento dei flussi veicolari, Anas ha provveduto a rimuovere, a partire dall’8 luglio e fino al 4 settembre oltre 500 cantieri, più della metà di quelli precedentemente attivi (oltre mille), con l’obiettivo di offrire un viaggio più confortevole e sicuro, non solo per spostamenti di breve e medio raggio, ma anche di lungo raggio.

La riduzione dei cantieri stradali Anas si inserisce nell’ambito del Piano concordato e promosso dal Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili (Mims)Per la situazione dei cantieri inamovibili, Anas invita i viaggiatori a consultare prima di partire il sito stradeanas.it alla sezione Info viabilità/Piani interventi (link www.stradeanas.it/piani-interventi).   


Questo articolo può interessare ad altri? Condividilo subito!