Home Articoli Donna trovata morta a Bolzano, il marito confessa e viene fermato all’aeroporto...

Donna trovata morta a Bolzano, il marito confessa e viene fermato all’aeroporto di Verona

Pubblicità
“Autospurgo

Ha confessato e ora si trova in carcere Avni Mecja, il marito di Alexandra Elena Mocanu, la 35enne trovata morta nel suo appartamento a Bolzano. Ieri sera, dopo una breve fuga in Albania, l’uomo si è costituito e ha confessato di aver ucciso la compagna.

Potrebbero essere stati i parenti a convincere il fuggitivo a costituirsi e a ritornare in Italia. All’aeroporto di Verona lo stava aspettando la squadra mobile che lo ha portato in procura a Bolzano dove ha confessato il delitto. L’uomo ora si trova in carcere con l’accusa di omicidio volontario aggravato. È stata fissata per giovedì mattina l’udienza di convalida del fermo.

Secondo le prime ricostruzioni, sabato notte durante l’ennesimo litigio il marito avrebbe ucciso la moglie. Sembrerebbe che la donna sia stata violentemente colpita alla testa con un oggetto pesante. Il corpo è stato ritrovato nel pomeriggio di domenica dai vigili del fuoco e dagli agenti della squadra mobile della Questura di Bolzano grazie a una segnalazione da parte dei parenti dell’uomo.

Dopo aver avvolto la salma in una coperta, Avni Mecja avrebbe abbandonato l’appartamento e avrebbe raggiunto con la macchina della compagna prima Verona e dopo l’aeroporto di Treviso da dove sarebbe partito per recarsi in Albania, il suo paese d’origine.

Due anni fa la donna aveva già denunciato il marito per maltrattamenti. La coppia all’epoca viveva ancora a Verona. Ma poi c’è stato un nuovo riavvicinamento e Avni Mecja l’ha raggiunta a Bolzano, dove nel frattempo si era trasferita. Alexandra lascia un figlio, nato da una precedente relazione, che al momento vive con la nonna in Romania.


Questo articolo può interessare ad altri? Condividilo subito!