Home Ambiente Sabato in riva all’Adige per raccogliere la plastica

Sabato in riva all’Adige per raccogliere la plastica

Pubblicità
">

Così come si butta, così si può anche raccogliere. E’ la plastica, che giace abbandonata un po’ ovunque e in particolare sugli argini cittadini dell’Adige, dove chi vi passeggia non può non notare per terra grandi quantità di cucchiaini per il gelato, tappi di plastica, bustine di sigarette.

Una pratica che oltre alla maleducazione denota anche la mancanza di informazione e consapevolezza sullo stato di salute in cui versa il nostro Pianeta, per rimediare al quale ognuno è chiamato a fare la propria parte.

Ecco perché il Comune sostiene tutte le iniziative che vanno nella direzione di coinvolgere la collettività su questi temi, tanto più se prevedono azioni di cittadinanza attiva.

La prossima in agenda è quella organizzata dal Rotary Club Verona Distretto 2060, che con ‘Operazione rive pulite’ porterà i veronesi sulle rive dell’Adige per raccogliere rifiuti di plastica anche di piccole dimensioni che, con la piena del fiume, finiranno inevitabilmente per inquinarne le acque.

L’appuntamento è per sabato 20 maggio alle 9.30 in quattro diverse postazioni di partenza, a Ponte Garibaldi, Castelvecchio, Ponte Catena e Diga del Chievo. Qui i cittadini partiranno con i volontari del Rotary equipaggiati di una borsa di stoffa creata ad hoc per l’iniziativa e che potrà essere conservata per ripetere la missione in qualsiasi altra riva ci si trovi.

“Siamo a fianco del Rotary Club in questa iniziativa perché crediamo che l’impegno civico sia un tassello fondamentale nella lotta contro il cambiamento climatico a cui stiamo assistendo”, ha detto l’assessore all’Ambiente Tommaso Ferrari.

“Il sostegno ambientale è la settima area d’intervento del Rotary nel mondo- ha spiegato il presidente del Rotary Club Distretto 2060 Enrico Nucci-. A Verona siamo promotori dell’iniziativa ‘rive pulite’, un’attività che è possibile replicare anche in spiaggia o sul lago in presenza di una riva. Siamo convinti che ogni piccola azione possa fare la differenza, ecco perché apriamo l’iniziativa a tutti i cittadini sensibili a queste tematiche”.

Il progetto è patrocinato dal Comune e sostenuto da Agsm-Aim, che ha permesso la realizzazione di una borsa in stoffa per la raccolta della plastica.

Presenti in conferenza stampa anche il vice presidente del Rotary Club Verona Distretto 2060 Francesco Poggi e la responsabile comunicazione Paola Tonussi.


Questo articolo può interessare ad altri? Condividilo subito!