Home Articoli Scippi e borseggi: in piazza Bra due arrestati dalla Polizia

Scippi e borseggi: in piazza Bra due arrestati dalla Polizia

Pubblicità
“Autospurgo

Sono un ventottenne ed un trentunenne, entrambi di origine nordafricana, i soggetti arrestati dalle Volanti della Polizia di Stato in quanto autori – in due distinti momenti a distanza di un solo giorno – di due episodi di borseggio ai danni di un cittadino italiano e di una turista tedesca: sono finiti in manette rispettivamente nella notte di giovedì e di ieri l’uno per rapina e porto di armi o oggetti atti ad offendere, l’altro per furto con destrezza.

In entrambi gli episodi, è stata la prontezza delle vittime – sia nel descrivere dettagliatamente alla Sala Operativa della Questura quanto stava accadendo, sia nell’accorgersi immediatamente dell’avvenuto borseggio – a consentire alle Volanti di intervenire prontamente ed arrestare i soggetti.

            Erano circa le due di notte di giovedì quando è giunta una chiamata al 113 nel corso della quale un giovane riferiva di star inseguendo un uomo di origine nordafricana che, con la scusa di una sigaretta mentre la vittima stava acquistando un pacchetto al distributore automatico, era riuscito a sottrargli il portafogli utilizzando la tecnica dell’abbraccio. Il giovane derubato, però, ha chiamato la Polizia e una Volante lo ha subito raggiunto in Piazza Cittadella, dove aveva rincorso il ladro. Quest’ultimo, quindi, a seguito di perquisizione personale, è stato tratto in arresto per furto con destrezza, successivamente convalidato nella mattina di ieri: nei suoi confronti il giudice ha disposto la custodia cautelare in carcere.

            Ancora, nella tarda serata di ieri, alla Centrale Operativa della Questura è pervenuta un’ulteriore segnalazione di borseggio in Piazza Bra: non appena è stata diramata la nota via radio, due poliziotti, già impegnati nella predetta Piazza per un precedente intervento, hanno immediatamente catturato con gli occhi la scena di un uomo che correva dirigendosi verso Corso Porta Nuova inseguito da un folto gruppo di persone da cui cercava di divincolarsi.

            Dopo averlo prontamente raggiunto, gli agenti lo hanno bloccato e recuperato la borsa nonostante i tentativi da parte dello stesso di spintonarli per fuggire. Quindi, sono stati avvicinati da un turista tedesco che ha raccontato loro come la madre, mentre era seduta ad un ristorante in Piazza Bra, si fosse immediatamente accorta di essere stata derubata della borsa da parte di un uomo di origine nordafricana che nel frattempo si stava allontanando. Il figlio, quindi, aveva provato a rincorrerlo ed era riuscito per un momento a bloccarlo e a recuperare la borsa, che tuttavia gli è stata subito strappata dal fuggitivo, il quale, poco dopo, è stato prontamente intercettato e fermato dagli agenti delle Volanti.

Il ventottenne algerino, quindi, ultimati gli accertamenti di rito, è stato arrestato per rapina e porto di armi o oggetti ad offendere. Questa mattina, a seguito di rito direttissimo, il giudice ha convalidato l’arresto e disposto nei suoi confronti l’accompagnamento coatto immediato alla Frontiera.


Questo articolo può interessare ad altri? Condividilo subito!

Mattino di Verona è il nuovo quotidiano di Verona: notizie di cronaca, news, gossip, politica ed economia