Home Articoli Val d’Illasi: maltratta ripetutamente la moglie e tenta di sottrarsi all’arresto, finisce...

Val d’Illasi: maltratta ripetutamente la moglie e tenta di sottrarsi all’arresto, finisce in carcere

Pubblicità
“Autospurgo

Domenica scorsa i Carabinieri di San Bonifacio sono intervenuti presso un’abitazione della Val d’Illasi per soccorrere una donna che si era chiusa in casa per sfuggire al marito il quale, per l’ennesima volta in preda ai fumi dell’alcol e ad un raptus di rabbia, imbracciata una motosega ha cercato di scardinare la porta d’ingresso, chiusa dall’interno dalla consorte.

I militari hanno notificato all’individuo un provvedimento di allontanamento immediato, intimandogli di non fare ritorno nella casa familiare e di non avvicinarsi alla moglie prima delle decisioni del Giudice; del violento episodio è stata immediatamente informata la Procura della Repubblica di Verona. La donna, che da tempo subiva vessazioni e aggressioni, non aveva mai sporto denuncia.

Mercoledì 26 settembre, il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Verona, su richiesta della Procura della Repubblica, in ragione della gravità dei fatti, ha emesso nei confronti dell’uomo la misura della custodia cautelare in carcere. Il provvedimento cautelare è stato eseguito dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di San Bonifacio e della Stazione di Illasi i quali hanno sorpreso l’uomo presso l’abitazione familiare, sebbene avesse avuto il divieto di farvi ritorno; peraltro, tentava di sottrarsi all’arresto azzardando una disperata fuga verso la contigua campagna, ma è stato Subito bloccato dai militari grazie al predisposto e mirato servizio attuato. L’arrestato è stato rinchiuso nella casa Circondariale di Verona Montorio a disposizione della A.G..


Questo articolo può interessare ad altri? Condividilo subito!

Mattino di Verona è il nuovo quotidiano di Verona: notizie di cronaca, news, gossip, politica ed economia