Home Articoli Compagnia Carabinieri di San Bonifacio, un arresto e cinque soggetti denunciati

Compagnia Carabinieri di San Bonifacio, un arresto e cinque soggetti denunciati

Pubblicità
“Autospurgo

Durante il weekend scorso, i Militari del Comando Compagnia Carabinieri di San Bonifacio, unitamente a personale della S.I.O. del 4 Btg. CC Mestre, sono stati impegnati in una attività di controllo straordinario del territorio, che ha riguardato non solo San Bonifacio ma anche i Comuni vicini.   

Domenica mattina, in Via Cimitero di San Bonifacio, il proprietario di una Audi A6, lasciata in sosta, aperta, nel parcheggio condominiale recintato, si è accorto che uno sconosciuto stava rovistando all’interno dell’abitacolo della sua vettura, così da decidere di intervenire immediatamente per bloccarlo.

Ne è scaturita una colluttazione, con il ladro che ha anche aggredito il malcapitato nel vano tentativo di guadagnare la fuga; fortunatamente le urla del proprietario hanno attirato l’attenzione di un vicino di casa che ha subito allertato la Centrale Operativa dei Carabinieri di San Bonifacio. L’equipaggio del Nucleo Operativo e Radiomobile intervenuto in pochi minuti presso l’abitazione, ha definitivamente bloccato il responsabile, identificato poi in un cittadino marocchino 23enne, senza fissa dimora.

Il giovane, arrestato per tentata rapina e lesioni personali, è stato tradotto presso il Carcere di Verona Montorio in attesa di comparire davanti al Giudice nella giornata di oggi.

Sempre nello stesso contesto operativo, i Militari della Stazione di San Giovanni Ilarione hanno proceduto a denunciare per ricettazione un giovane originario del Marocco, il quale, durante il controllo di polizia, veniva trovato in possesso di un Apple Watch, risultato oggetto di furto e che veniva contestualmente restituito al legittimo proprietario, nonché a deferire in stato di libertà due utenti della strada, un italiano ed uno originario del Brasile, per guida sotto l’effetto dell’alcol, in quanto entrambi trovati alla guida con un tasso alcolemico superiore a 0,8 g/l; stessa sorte per un automobilista ucraino, controllato nel Comune di Monteforte d’Alpone, dal Nucleo Operativo e Radiomobile che ha poi denunciato per danneggiamento e ubriachezza, un cittadino originario del Marocco in quanto, in evidente stato di alterazione dovuta all’abuso di sostanze alcoliche, a seguito di un banale diverbio intercorso con un commerciante, aveva lanciato una bottiglia contro la vetrata dell’esercizio commerciale, danneggiandola; un altro suo connazionale, veniva invece denunciato per resistenza, in quanto al fine di opporsi al controllo di polizia, tentava vanamente di colpire con calci e pugni i Militari intervenuti. Per entrambi sono state attivate le procedure finalizzate alla loro espulsione.


Questo articolo può interessare ad altri? Condividilo subito!