Home Articoli Consiglio comunale, Bisinella nominata nella Commissione scuole dell’infanzia paritarie

Consiglio comunale, Bisinella nominata nella Commissione scuole dell’infanzia paritarie

Pubblicità
“Autospurgo

Nominato dal Consiglio comunale, con voto a scrutinio segreto, il nuovo componente nella Commissione scuole dell’infanzia paritarie ‘Virgo Carmeli’, ‘I Colori della Musica – Provolo’ e ‘Francesco Meleghetti’. E’ stata designata, con 18 voti favorevoli, Patrizia Bisinella. La consigliera comunale sostituisce l’uscente Marco Padovani.

Nulla di fatto invece per la nomina dei componenti nel Collegio dei Garanti. Nella votazione a scrutinio segreto effettuata nella seduta di Consiglio comunale di questa sera non è stata infatti raggiunta la maggioranza di due terzi dei componenti dell’aula, necessaria per la loro elezione.

Candidati: Mattia Cavaleri (23 voti) – Emilia Greco (23 voti) – Carlo Trentini (23 voti).
Votanti 33, 6 schede bianche e 4 nulle.

La votazione dovrà ripetersi in una nuova seduta.

Il Collegio dei Garanti e’ composto da tre membri scelti tra magistrati anche a riposo, professori ordinari di università di discipline giuridiche o avvocati con almeno dieci anni di esercizio. Le candidature possono essere presentate dai Consiglieri comunali, dall’Università, dal Tribunale di Verona, dall’Ordine degli Avvocati di Verona, nonché da associazioni nazionali, regionali e locali.

I Garanti, che eleggono nel loro seno il Presidente, durano in carica tre anni e possono essere rieletti per non più di due mandati consecutivi.

Mozioni e Ordini de giorno
All’unanimità, con 33 voti favorevoli, la mozione di richiesta installazione, per motivi di sicurezza e ordine pubblico, di nuove telecamere in piazza del Popolo e in via Bellini in 7^ Circoscrizione. Il documento è stato presentato dal consigliere della Lega Nord Nicolò Zavarise.

All’unanimità è stato approvato, con 29 voti favorevoli, anche l’ordine del giorno che invita l’Amministrazione a posizionare una targa in una scuola, giardino o parco frequentato da bambini e ragazzi in modo che venga ricordato il coetaneo Giuseppe di Matteo, rapito da Cosa Nostra all’età di dodici anni, tenuto in ostaggio per 779 giorni e poco prima del quindicesimo compleanno, assassinato e sciolto nell’acido.
Un simbolo per non dimenticare quanto la mafia possa essere brutale e pericolosa. Il documento è stato presentato dalla consigliera Pd Carla Agnoli.


Questo articolo può interessare ad altri? Condividilo subito!

Mattino di Verona è il nuovo quotidiano di Verona: notizie di cronaca, news, gossip, politica ed economia