Home Articoli Verona dall’alto, record di accessi alla Torre dei Lamberti e alla Funicolare

Verona dall’alto, record di accessi alla Torre dei Lamberti e alla Funicolare

Pubblicità
“Autospurgo

Nel periodo compreso tra il 1° gennaio e il 30 settembre sono stati 557 mila gli accessi alla Torre dei Lamberti e alla Funicolare di Castel San Pietro. Un numero mai così alto di visitatori, in aumento del 56 per cento rispetto allo stesso periodo del 2022 e che premia la qualità del servizio e le proposte offerte negli ultimi anni, potenziate dalla nuova governante.

Dalle terrazze della Torre dei Lamberti e di Castel San Pietro, oltre ad ammirare il panorama più bello di Verona, è infatti possibile organizzare degli eventi speciali, aperitivi, piccoli rinfreschi. L’obiettivo è di estendere il servizio alle proposte di matrimonio e alle celebrazioni, valorizzando così la vocazione romantica della città e dei suoi luoghi più suggestivi. 

Nell’anno in corso e in particolare durante questa lunga estate calda appena trascorsa, i due monumenti, in gestione ad Agec che li ha messi a sistema nel progetto di “Verona dall’Alto”, hanno dunque riscontrato un grande apprezzamento da parte del pubblico, superiore alle previsioni. Se il 2022 è stato l’anno del sostanziale recupero dei livelli pre-pandemia, quello in corso sta bruciando, a livello di numero di ingressi, ogni punto di massimo precedentemente raggiunto. Gli ottimi risultati sono il frutto di una stagione estremamente positiva per tutto il turismo veronese, ma anche delle iniziative e degli investimenti fatti dall’azienda negli anni scorsi che hanno consolidato la Torre, ma soprattutto la Funicolare, all’interno dei circuiti del turismo organizzato che fa tappa nella nostra città. La buona gestione da parte del personale Agec ha fatto il resto. 

“Proprio ieri in sede di variazione di bilancio è stata inserito un aumento di entrate dalla Verona card per 300 mila euro – spiega l’assessore al Bilancio Michele Bertucco -. Un segnale importante che da’ l’idea della piena ripresa turistica in città e, come confermano i dati di Agec, di quanto siano apprezzati dai visitatori la Torre dei Lamberti e la Funicolare che porta alla terrazza di Castel San Pietro. I dati illustrati dimostrano il buon lavoro realizzato dal Agec in questi anni nella gestione e nella valorizzazione dei servizi di sua competenza”. 

“La Torre dei Lamberti è inserita nel sistema di bigliettazione congiunto della Verona Card – ha detto l’assessora alla Cultura Marta Ugolini-. Un’ottica di territorio di località che accoglie il turista in modo integrato. Su questo possiamo migliorare ancora e ci lavoreremo nei prossimi mesi”. 

“I dati degli accessi alla Torre dei Lamberti e alla Funicolare di Castel San Pietro si commentano da soli – afferma la presidente di Agec Anita Viviani-. Agec programma una serie di investimenti che riguardano la sicurezza e la valorizzazione della bellezza dei luoghi e i servizi offerti ai turisti, come ad esempio la biglietteria online che sarà attiva dall’anno prossimo e che consentirà di poter prenotare gli ingressi attraverso i siti internet. Ma anche, e soprattutto, organizza moltissime iniziative per fare in modo che queste location siano visitabili e fruibili da chi lo desidera. Stiamo lavorando per poter offrire nuovi servizi come ad esempio la possibilità di usufruire delle terrazze per proposte di matrimonio o celebrazione di matrimoni. Ringrazio tutto il gruppo di lavoro di Agec, che è estremamente sensibile a valorizzare i nostri monumenti e che svolge un ruolo indiscutibilmente riconosciuto e premiato dai turisti di tutto il mondo”.  

Dati. A livello di ricavi è possibile apprezzare un progressivo riequilibrio nel contributo fornito dai due siti: se dalla Torre provengono circa il 53% dei ricavi da biglietti con un incremento del 39% rispetto al 2022, la Funicolare ha marcato la crescita più rilevante: +76% rispetto al 2022 e +117% rispetto al 2019. La Torre dei Lamberti offre inoltre una linea di gadget le cui vendite, dopo un rallentamento tra il 2019 e il 2022, sono di nuovo in sensibile aumento. Per quanto riguarda, infine, la composizione degli accessi, con riferimento alla sola Torre dei Lamberti si conferma la grande utilità della Verona Card alla quale è riconducibile il 29% degli ingressi, nella sua doppia formulazione di accesso gratuito salendo dalle scale e di pagamento di 1 euro suppletivo per usare l’ascensore. I paganti il biglietto intero rappresentano il 35% dell’utenza; i ridotti il 5%. Gli studenti 9%, gli anziani il 5%; i bambini fino ai 7 anni il 3% e un altro 3% è dato dalle scolaresche. Il restante 11% è suddiviso tra le numerose altre modalità di ingresso.


Questo articolo può interessare ad altri? Condividilo subito!