Home Articoli Mostra d’arte ‘1000 GRU’ di Marica Fasoli, un modo per celebrare la...

Mostra d’arte ‘1000 GRU’ di Marica Fasoli, un modo per celebrare la pace  

Pubblicità
“Autospurgo

Si è tenuta oggi, giovedì 23 novembre alle ore 11:30 nella sede di Accadica a San Giovanni Lupatoto, la presentazione della mostra d’arte del progetto “1000 GRU di Marica Fasoli”, realizzato in collaborazione con la società di comunicazione AMO1999 S.R.L. 

Il progetto “1000 GRU” trae la sua ispirazione da una storia commovente, quella di Sadako Sasaki, una bambina che all’età di due anni sopravvisse alla bomba atomica di Hiroshima. Crescendo serena fino all’età di 11 anni, la sua vita prese una piega tragica quando uno svenimento rivelò la presenza di leucemia, comunemente nota come “la malattia della bomba”.

Nonostante la malattia, Sadako non si arrese e intraprese il compito di piegare 1000 gru di carta, seguendo la tradizione giapponese secondo la quale il desiderio sarebbe stato esaudito al raggiungimento di questo numero. Morì però dopo aver completato solo 644 gru. La sua storia si trasformò in un simbolo di pace, e nel 1958 fu eretta una statua raffigurante Sadako nel Parco del Memoriale della Pace di Hiroshima, con le braccia aperte a reggere una gru d’oro. Questa tradizione continua ogni anno con migliaia di persone in tutto il mondo che piegano gru di carta in memoria del coraggio di Sadako, diventando icone di pace. 

L’artista Marica Fasoli ha abbracciato questa storia toccante e si è posta la sfida di creare una sua collana composta da 1000 gru di carta, trasformandole poi in opere d’arte. Questo progetto unisce l’arte e la memoria, trasformando un gesto simbolico in un’espressione artistica che celebra la forza e la speranza di fronte alle avversità. “Ho voluto fare la mia personale collana di 1000 gru in onore a Sadako e perché gli errori del passato vengano ricordati e mai più ripetuti” dice Marica Fasoli. 

In virtù di questo, Rye River, rinomato birrificio artigianale irlandese per festeggiare il suo decimo anniversario,ha commissionato un Martin Pescatore stilizzato in origami all’artista. Quest’opera d’arte sarà esposta insieme a pezzi della collana “1000 GRU” all’evento che avrà luogo il 23 novembre. 

Silvia Serpelloni, Brand Manager di Warsteiner Italia, distributore in Italia dei prodotti Rye River sostiene: “In occasione del decimo anniversario di Rye River abbiamo commissionato all’artista Marica Fasoli la 

realizzazione di un quadro in stile origami che rappresenta il logo della birreria, ovvero un Martin Pescatore in stile origami. Sosteniamo così il progetto “100GRU di Marica Fasoli”. 

Parte del ricavato delle vendite delle opere d’arte sarà devoluto alla Fondazione Dynamo Camp ETS, un’organizzazione che si occupa di bambini affetti da patologie gravi o croniche e delle loro famiglie. In questo modo, l’arte e la birra si uniscono non solo per celebrare la creatività e la storia, ma anche per contribuire a una causa nobile, sostenendo chi ha bisogno di cure e sostegno. 

La mostra sarà aperta al pubblico nei giorni seguenti: 

  • 25.11.2023 dalle 11:00 alle 17:00 
  • 26.11.2023 dalle 11:00 alle 17:00 

nella sede di Accadica in Via Garofoli, 233/H – San Giovanni Lupatoto (VR).


Questo articolo può interessare ad altri? Condividilo subito!