Home Articoli CARISSIMI LETTORI, VI PRESENTIAMO IL NUOVO DIRETTORE DEL ‘MATTINO DI VERONA’: DAVIDE...

CARISSIMI LETTORI, VI PRESENTIAMO IL NUOVO DIRETTORE DEL ‘MATTINO DI VERONA’: DAVIDE CALDELLI

Pubblicità
“Autospurgo

“Mi chiamo Davide Caldelli, sono nato a Verona, ho 57 anni e da poco sono il nuovo Direttore Responsabile del quotidiano online ‘Mattino di Verona’. Per me si tratta di un ritorno visto che in passato ho già collaborato con questa testa in veste di cronista sportivo per raccontare le imprese delle tre società di punta dello sport veronese: Hellas Verona, Scaligera Basket e Verona Volley.

Il nuovo incarico ovviamente è uno stimolo maggiore anche perché si tratta per me di una prima assoluta in qualità di direttore editoriale. Non sono tuttavia un novizio nel mondo del giornalismo in quanto sono iscritto all’Ordine dal 2013. Sono in possesso di una laurea magistrale in “Editoria e Giornalismo, curricula Giornalismo e Relazioni Pubbliche”.

Il mio campo tuttavia è sempre stato lo sport giacché collaboro dal 2008 con il ‘Corriere dello Sport’ dove ho raccontato molte storie riguardanti Basket, Calcio, Pallavolo, Rugby, Boxe, Tennis, etc. Una bellissima esperienza è stata poi l’aver seguito i Giochi Paralimpici Invernali di Sochi 2014 in Russia dove ho raccontato storie di atleti eccezionali che sanno far vibrare le corde dell’anima a chi li osserva.


Credo fermamente nel lavoro di gruppo perché i traguardi si raggiungono sempre in sinergia. Il giornalismo, per quanto mi riguarda, non è un semplice lavoro, bensì un modo raccontare storie facendo emozionare i lettori.

La carta stampata purtroppo è oggi in grande crisi, pertanto la sfida del web diventa sempre più incidente della vita quotidiana. Non è facile comprendere e discernere notizie vere da quelle cosiddette ‘fake news’ e il compito di chi opera nel campo dell’informazione diviene ogni giorno
sempre più difficoltoso.

Amo la mia città e le sue storie, la vita raccontata dai suoi monumenti ed io, per primo, mi sento orgoglioso di essere veronese. Una parte di me però ha radici distanti, essendo la mia famiglia paterna diorigine toscana, di Siena per la precisione, e come da buon discendente di un contradaiolo pure io faccio parte di una contrada, quella della Lupa, che fu di mio nonno.

Amo però in modo sviscerale le tradizioni della mia città come il Carnevale, tanto da raggiungere la più alta vetta nel 2001, quando vinsi le elezioni per ricoprire la maschera principale del nostro carnevale, ‘Il Papà del Gnoco‘, una figura importante della tradizione culturale veronese.

Sono anche un fervido sostenitore delle attività di volontariato perché ritengo il terzo settore come una pietra basilare della nostra società. Io stesso, da 4 anni, a causa della mia patologia, faccio parte dell’Associazione Diabetici di Verona, e da tre ne sono il Presidente e come tale mi adopero per i soci unitamente al Direttivo. Il nostro compito infatti è quello di fornire risposte alle numerose domande che spesso ci vengono poste dai pazienti che fanno parte della nostra Associazione ed aiutarli nel loro vivere quotidiano.

Mi auguro e spero di poter rispondere alle esigenze dei lettori di questa testata per fornire sempre la tempestiva e corretta informazione”.

Il direttore

Davide Caldelli


Questo articolo può interessare ad altri? Condividilo subito!