Home Articoli Stato di agitazione dei medici di medicina generale, Tosi: “Zaia riapra il...

Stato di agitazione dei medici di medicina generale, Tosi: “Zaia riapra il confronto”

Pubblicità
“Autospurgo

Flavio Tosi, deputato e coordinatore veneto di Forza Italia, assieme ai consiglieri regionali forzisti, la capogruppo Elisa Venturini, Alberto Bozza e Fabrizio Boron, invita la Regione – “e in particolare il presidente Zaia” – a riaprire il confronto con la Fimmg e i medici di medicina generale veneti, che hanno proclamato lo stato di agitazione dopo che Palazzo Balbi non ha dato loro risposte al tavolo negoziale per il rinnovo dell’Accordo integrativo regionale.

“Bisogna riprendere il dialogo – dicono Tosi e i consiglieri azzurri – la Regione deve creare le condizioni per un confronto con i medici di medicina generale, una categoria molto prossima ai bisogni dei cittadini. Per parlare di sviluppo della medicina territoriale non si può rimanere indifferenti alle richieste dei medici, che mancano di personale per assolvere pienamente alle loro funzioni”. La situazione venutasi a creare, continua Tosi, “conferma le forti criticità che ha il sistema a livello regionale, dalle liste d’attesa infinite all’aumento delle rette nelle Rsa, fino appunto alla carenza di personale. Problemi che Forza Italia segnala da tempo e che adesso non è l’opposizione di sinistra a ribadire, ma la Fimmg, cioè il più importante sindacato dei medici di medicina generale veneti. Ognuno deve fare la propria parte, istituzioni e sindacati scendano sul piano del confronto fattivo e costruttivo”.

Tosi poi sottolinea: “Mentre sul piano nazionale stiamo facendo i salti mortali per fronteggiare il problema della mancanza dei medici, con la scelta di ‘allargare’ il numero chiuso nelle università di Medicina e con l’emendamento approvato l’altra sera in Commissione che dà la possibilità ai medici di restare in servizio fino a 72 anni, la Regione fa un passo indietro”.

Tosi e i consiglieri regionali di Forza Italia, pertanto, chiedono a Zaia “di farsi carico direttamente della questione e riaprire il confronto con i medici di medicina generale”.


Questo articolo può interessare ad altri? Condividilo subito!

Mattino di Verona è il nuovo quotidiano di Verona: notizie di cronaca, news, gossip, politica ed economia