Home Articoli Attivato in città il servizio Move-In per il monitoraggio dei veicoli inquinanti

Attivato in città il servizio Move-In per il monitoraggio dei veicoli inquinanti

Pubblicità
“Autospurgo

Entra in funzione anche nel territorio del Comune di Verona il servizio Move-In, acronimo di MOnitoraggio dei VEicoli Inquinanti

Si tratta di un’iniziativa innovativa progettata per offrire ai cittadini un’alternativa intelligente alle restrizioni tradizionali sulla circolazione dei veicoli più inquinanti, come ad esempio quelli alimentati a gasolio fino a Euro 4 che, in virtù delle dovute delle ordinanze comunali per il miglioramento della qualità dell’aria restano ferme anche con allerta verde (Ciclomotori e motocicli (da L1 a L7): Euro 0 , Veicoli a benzina privati (M1, M2, M3): Euro 0 e Euro 1, Veicoli a benzina commerciali (N1, N2, N3): Euro 0 e Euro 1, Veicoli a gasolio privati (M1, M2, M3): Euro 0Euro 1Euro 2, Euro 3 e Euro 4, Veicoli a gasolio commerciali (N1, N2, N3): Euro 0Euro 1Euro 2Euro 3 e Euro 4.

Il progetto prevede l’installazione di black box sui veicoli partecipanti, consentendo la circolazione solo quando si verifica la condizione di allerta “verde”, rispettando limiti chilometrici annuali determinati dalla classe ambientale del veicolo e adottando comportamenti di guida efficienti.

L’iniziativa, sviluppata da Regione Lombardia, è attiva anche in Regione Piemonte e Regione Emilia-Romagna, e dal 19 febbraio, in regione Veneto.

Move-In è destinato ai residenti dei Comuni che aderiscono all’iniziativa, permettendo ai cittadini di adoperare il proprio veicolo in maniera più consapevole e responsabile, tenendo conto dell’effettivo utilizzo del mezzo e dello stile di guida adottato.

Come funziona

I proprietari di veicoli soggetti a restrizioni di circolazione emesse dalle ordinanze comunali per la qualità dell’aria nel periodo dal 1° ottobre al 30 aprile, possono aderire volontariamente a Move-In.

Una volta iscritti, i veicoli non saranno più soggetti a blocchi orari e giornalieri, ma riceveranno una dotazione chilometrica annuale basata sul tipo e sulla classe ambientale del veicolo. Inoltre, possono ottenere chilometri bonus per uno stile di guida sostenibile.

Il monitoraggio dei chilometri percorsi avviene tramite una scatola nera (black-box) installata sul veicolo, che consente di rilevare le percorrenze reali e lo stile di guida attraverso un collegamento satellitare a un’infrastruttura tecnologica dedicata.

L’adesione al servizio, di durata annuale, può avvenire in ogni momento dell’anno.

Move-In non consente però la circolazione in caso di attivazione delle misure emergenziali, cioè in caso di allerta arancio e rossa, e nelle domeniche ecologiche. In questi casi il veicolo resta comunque soggetto alle limitazioni ordinarie previste per la categoria cui appartiene.

L’adesione al servizio è volontaria e comporta costi massimi di 50 Euro per il primo anno e 20 Euro per gli anni successivi.

Per aderire al servizio e ottenere maggiori dettagli, si può visitare la sezione dedicata sul portale perunariapulita.regione.veneto.it

Vantaggi ambientali: la riduzione delle emissioni inquinanti

Il vantaggio ambientale principale del progetto MoVe-In è la riduzione delle emissioni inquinanti prodotte dai veicoli circolanti sul territorio. Questo avviene attraverso diversi meccanismi:

·Controllo delle Emissioni: Il sistema MoVe-In monitora attentamente le percorrenze dei veicoli inquinanti e impone limitazioni alla circolazione in base alle normative ambientali. Ciò riduce complessivamente l’emissione di sostanze dannose per l’ambiente e la salute umana, come gli ossidi di azoto (NOx) e le particelle sottili.

·Incentivazione di Comportamenti Sostenibili: Il progetto incoraggia gli automobilisti ad adottare uno stile di guida più efficiente e moderato, premiando chi rispetta determinati parametri, come limitare le accelerazioni improvvise. Questo non solo riduce il consumo di carburante, ma anche le emissioni inquinanti associate.

In sintesi, il MoVe-In rappresenta un passo significativo verso la riduzione dell’impatto ambientale del traffico veicolare, promuovendo modalità di mobilità più sostenibili e contribuendo alla tutela dell’ambiente e della salute pubblica.


Questo articolo può interessare ad altri? Condividilo subito!

Mattino di Verona è il nuovo quotidiano di Verona: notizie di cronaca, news, gossip, politica ed economia