Home Articoli Nuovi cassonetti di piazza Bra, Polato: “Pochi e non molto intelligenti”

Nuovi cassonetti di piazza Bra, Polato: “Pochi e non molto intelligenti”

Pubblicità
“Autospurgo

“A giudicare dalle segnalazioni dei cittadini, e da quanto abbiamo verificato di persona, i tre nuovi “cassonetti intelligenti” piazzati dal Comune in Piazza Bra al posto dei tradizionali 53 cestini per i rifiuti si stanno già rivelando inadeguati: vederli strabordare, col risultato che parte dei rifiuti finisce per terra, non sembra esattamente l’immagine di decoro adatta a una città che nel 2023 ha registrato 1,4 milioni di arrivi e che oggi si prepara a Vinitaly e all’apertura della nuova stagione turistica”. 

Così Daniele Polato, consigliere regionale veronese di Fratelli d’Italia, circa la novità dei “cassonetti intelligenti” da poco posizionati dall’amministrazione comunale sul Liston, al parcheggio dei taxi e nei giardini di fronte all’Arena. 

“Siamo proprio sicuri che i nuovi “compattatori solari” rispondano alle esigenze di un turismo che consuma sempre più pasti veloci camminando per la città? — domanda Polato — Se poi davvero il sistema elettronico prevede che gli operatori di Amia siano avvisati nel momento in cui i cassonetti sono colmi, allora le recenti immagini dei cassonetti strapieni ripropongono il tema della capacità di quest’amministrazione di rispondere subito alle esigenze pratiche e concrete della città”.


Questo articolo può interessare ad altri? Condividilo subito!

Mattino di Verona è il nuovo quotidiano di Verona: notizie di cronaca, news, gossip, politica ed economia