Home Articoli Coronavirus. Conte “chiude” Lombardia e 14 province fino al 3 aprile

Coronavirus. Conte “chiude” Lombardia e 14 province fino al 3 aprile

Pubblicità
“Autospurgo

Chiusa tutta la Lombardia e altre 14 province. Giuseppe Conte firma un decreto del presidente del Consiglio che limita le possibilità di movimento nelle zone più colpite dal contagio Coronavirus . In pratica, si vietano l’ingresso e l’uscita dalla Lombardia e dalle seguenti province: Modena, Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano Cusio Ossola, Vercelli,Padova, Treviso e Venezia. Nelle zone interessate dal nuovo Dpcm, basterà avere la febbre sopra i 37 gradi per dover restare a casa e limitare al massimo i contatti.

Il decreto della presidenza del consiglio prevede che «l’apertura dei luoghi di culto è condizionata all’adozione di misure organizzative tali da evitare assembramenti di persone, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi, e tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza tra loro di almeno un metro. Sono sospese le cerimonie civili e religiose, ivi comprese quelle funebri».

Sospensione di «tutte le manifestazioni organizzate, nonché gli eventi in luogo pubblico o privato, ivi compresi quelli di carattere culturale, ludico, sportivo e religioso, anche se svolti in luoghi chiusi ma aperti al pubblico, quali, a titolo d’esempio, grandi eventi, cinema, teatri, pub, scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse e sale bingo, discoteche e locali assimilati».


Questo articolo può interessare ad altri? Condividilo subito!